¤ Forum de soutien, l'Officieux | Ségolène Royal 2007 ¤


 
AccueilPortailCalendrierGalerieFAQRechercherS'enregistrerMembresGroupesConnexion

Partagez | 
 

 Biografia di Ségolène Royal

Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Aller en bas 
AuteurMessage
Webmaster
Administrateur


Masculin
Nombre de messages : 370
Age : 27
Localisation : Val d'oise
Date d'inscription : 05/10/2006

MessageSujet: Biografia di Ségolène Royal   Lun 30 Oct - 17:13

Biografia di Ségolène Royal

Ségolène Royal (vero nome Marie-Ségolène Royal, portato fino a 25 anni), nata il 22 settembre 1953 a Dakar (Senegal), è una politica francese, membro del Partito socialista.

Figlia di Jacques Royal, militare, colonnello d'artiglieria, e di Hélène Dehaye, è la compagna, dalla fine degli anni '70, di François Hollande, attuale primo segretario del Partito socialista, con il quale ha avuto quattro figli. Dal 1988 è deputata delle Deux-Sèvres.
Dall'aprile 2004 è anche presidente della regione Poitou-Charentes.




Percorso scolastico
* scuola media e liceo nei Vosgi
* Istituzione Notre-Dame a Epinal (1968)
* laurea in scienze economiche all'Università di Nancy II
* diplomata a Sciences Po a Parigi
* allieva dell'École nationale d'administration ("promozione" Voltaire), scelse di essere assegnata come magistrato al tribunale amministrativo)


Carriera politica
Consigliere del tribunale amministrativo in disponibilità, è notata da Jacques Attali (come François Hollande), e diventa dal 1982 al 1988 consigliere tecnico al segretariato generale della presidenza della Repubblica, incaricata in un primo tempo della gioventù e dello sport, poi degli affari sociali. Aderisce al PS.

Nel 1988 si vede conferire una nomina inaspettata da François Mitterrand nelle Deux-Sèvres, dove è eletta deputata. Si fa notare con interventi estemporanei o moralisti contro l’ora estiva, contro la violenza e il sesso in televisione (cf. il suo libro Le Ras-le-bol des bébés zappeurs, La misura colma dei bambini che fanno lo zapping), per la denominazione d’origine del formaggio di capra chabichou o per il marchio delle mucche parthenaises e maraîchines. Colleziona successi ad ogni elezione tranne quando aspira al municipio di Niort nel 1995.
Fallisce nel conquistare il municipio di Niort nel 1995 a causa delle divisioni del Partito socialista nella circoscrizione.

Niort ha condannato Ségolène Royal nel 1999 per aver impiegato durante la sua campagna del 1998 (elezioni cantonali) molte collaboratrici senza remunerarle. Il suo appello è stato respinto dalla corte d'appello di Poitiers nel 2005.

Ha firmato vari appelli provenienti dai club di Jacques Delors, di cui il suo compagno François Hollande era il segretario generale. Nel 1994 passa il concorso di avvocato al foro di Parigi sempre sedendo all’Assemblea nazionale e al consiglio generale delle Deux-Sèvres, ed entra nello studio Teitgen.

Nel 2005 lancia una europetizione (utilizzando le possibilità del trattato europeo) per l'uguaglianza tra uomini e donne dichiarando che tale diritto è un «nuovo diritto» e che la sua europetizione è la «prima». Ora il diritto di petizione in Europa esiste da molto tempo, fosse solo da poi il trattato di Maastricht. Una commissione delle petizioni al Parlamento europeo ha trattato quest'anno più di 900 petizioni.

Il 26 ottobre 2006 è stata fortemente contestata dai militanti socialisti in occasione di un dibattito organizzato dal partito, dove si confrontava con gli altri candidati Dominique Strauss-Kahn e Laurent Fabius.


Azioni e risultati
¤ Local ¤
* Il riconoscimento del chabichou in AOC (equivalente francese del DOC);
* La difesa della Palude di Poitiers ed il suo restauro nell'ambito di grandi lavori;
* Le misure agro-ambientali, in particolare con la piantatura di 10.000 alberi nella Palude;
* La difesa degli allevamenti di qualità come la parthenaise (fondazione del centro di riferimento al liceo agricolo di Melle) e la maraîchine (fondazione del conservatorio al Bourdet)


Nazionali
¤ Ambiente ¤
* Una legge sull'acqua e la riorganizzazione delle agenzie dell'acqua;
* La legge sul trattamento ed il riciclaggio dei rifiuti;
* La legge sulla riconquista dei paesaggi seguita dall'attribuzione di un marchio di garanzia a 100 paesaggi e dei loro prodotti (operazione «Salviamo i nostri paesaggi, gustiamo i loro prodotti»);
* La legge per la lotta contro il rumore;


¤ Educazione ¤
* Rilancio delle zone d'educazione prioritaria;
* Creazione del fondo sociale per le mense scolastiche degli alunni;
* Insegnamento delle lingue come priorità nella scuola materna;
* Creazione delle ore di sostegno scolare;
* Creazione della Settimana dei genitori a scuola e di campagne nazionali per le elezioni dei rappresentanti dei genitori;
* Regolazione del tempo del bambino con la creazione dei contratti educativi locali e l'educazione alla cittadinanza;
* Messa in opera delle «Iniziative cittadine» per insegnare ai bambini a vivere insieme;
* Difesa dei diritti del bambino e lotta contro la violenza a scuola (legge del giugno 1998 relativa alla prevenzione e alla repressione degli abusi sessuali e alla protezione dei minori);
* Legge del giugno 1998 contro il "bullismo" (bizutage) nelle scuole;
* Campagna contro il racket e istituzione di un numero SOS Violenze;
* Educazione civica obbligatoria negli esami di diploma superiore;


¤ Famiglia ed affari sociali ¤
* Sostegno ai genitori con la legge sull'autorità parentale;
* Riforma del parto anonimo;
* Creazione del congedo di paternità;
* Accoglienza della piccola infanzia con più di 40.000 posti nuovi in nido d'infanzia;
* Tariffario unico degli aiuti all'alloggio;
* Congedo e indennità di presenza parentale per bambino malato;
* Indennità d'educazione speciale (genitori di bambini disabili);
* Indennità di rientro scolare;
* Legge contro la prostituzione dei minori (condanna penale dei clienti);
* Legge contro la pedo-pornografia (incriminazione per la detenzione di documenti di questo genere);
* Creazione del collettivo «Infanzia e media», contro la violenza nei media;
* Organizzazione del piano Handiscole per la scolarizzazione e l'integrazione dei bambini e degli adolescenti disabili a scuola;
* Pianificazione in materia di trasporto collettivo ed individuale;
* Creazione di un marchio «turismo e handicap»;


Funzioni ministeriali
* dal 3 aprile 1992 al 29 marzo 1993: ministro dell'Ambiente del Governo Bérégovoy
* dal 4 giugno 1997 al 27 marzo 2000: ministro delegato all'Insegnamento scolastico del Governo Jospin accanto al ministro dell'Educazione Nazionale Claude Allègre
* dal 27 marzo 2000 al 27 marzo 2001: ministro delegato alla Famiglia e all'Infanzia del Governo Jospin accanto al ministro dell'Impiego e della Solidarietà Martine Aubry
* dal 28 marzo 2001 al 5 maggio 2002: ministro delegato alla Famiglia, all'Infanzia e alle Persone disabili del Governo Jospin accanto al ministro dell'Impiego e della Solidarietà Elisabeth Guigou


Mandati politici nazionali
* dal 13 giugno 1988 al 2 maggio 1992: deputata delle Deux-Sèvres (rassegna le dimissioni per entrare nel governo Bérégovoy)
* dal 2 aprile 1993 al 21 aprile 1997: deputata delle Deux-Sèvres
* dall'1 giugno 1997 al 4 luglio 1997: deputata delle Deux-Sèvres (rassegna le dimissioni per entrare nel governo Jospin)
* dal giugno 2002: deputata della II circoscrizione delle Deux-Sèvres (eletta al secondo turno)

Occupa il posto numero 500 nell'emiciclo dell'Assemblea Nazionale.


Mandati politici locali
* 1983: consigliera comunale di Trouville-sur-Mer (Calvados). Sembra aver lasciato il Calvados sapendo che non serebbe stata investita dal PS locale per le legislative del 1986.
* dal 13 marzo 1989 al 18 giugno 1995: consigliera comunale di Melle (Deux-Sèvres)
* dal 18 giugno 1995 al 18 marzo 2001: consigliera comunale di Niort (Deux-Sèvres)
* dal 2 aprile 1992 al 23 marzo 1998: consigliera generale delle Deux-Sèvres
* dal 23 marzo 1992 al 3 aprile 1992: consigliera regionale del Poitou-Charentes (rassegna le dimissioni per entrare nel governo Bérégovoy)
* dal 2 aprile 2004: presidente del consiglio regionale del Poitou-Charentes
* Presidente del sindacato del paese del Marais Poitevin dal 1990


Pubblicazioni
* Le printemps des grands-parents, Ed. Robert Laffont, 1987
* Le Ras-le-bol des bébés zappeurs, Ed. Robert Laffont, 1989
* Pays, paysans, paysages, la réconciliation est-elle possible?, Ed. Robert Laffont, 1993
* Ecole, informatique et nouveaux comportements, Ed. L'Harmattan, 2000
* La vérité d'une femme, Ed. Stock, 2001


_________________
Revenir en haut Aller en bas
Voir le profil de l'utilisateur http://www.segoleneroyal2007.new.fr
 
Biografia di Ségolène Royal
Voir le sujet précédent Voir le sujet suivant Revenir en haut 
Page 1 sur 1
 Sujets similaires
-
» Ségolène Royal : 400 000 euros de subvention aux syndicats
» le préservatif Selon Ségolène Royal
» RFA : Royal Fleet Auxiliary
» GARDE AU PALAIS ROYAL
» Royal Rumble 2008

Permission de ce forum:Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
¤ Forum de soutien, l'Officieux | Ségolène Royal 2007 ¤ :: International Forum about Ségolène Royal / Forum International sur Ségolène Royal :: Tribuna italiana su Ségolène Royal / Forum en Italien sur Ségolène Royal-
Sauter vers: